LA STORIA E LE ORIGINI DEL TERRIER NERO RUSSO ( O ALMENO QUELLO CHE SI RACCONTA!! )

 

INTRODUZIONE 

Sono passati oramai più di quindici anni da quando i primi due Terrier Neri Russi varcarono i nostri confini nazionali, provenienti dalla Cecoslovacchia. La razza all'epoca era pressochè sconosciuta, anche se lo standard ufficiale era stato approvato dalla Fédération Cynologique Internationale sei anni prima, che l'aveva catalogata tra i cani di tipo terrier (3° gruppo). I due soggetti furono ottimi ambasciatori della razza: in numerose esposizioni conseguirono importanti risultati, ma soprattutto fecero apprezzare le caratteristiche morfologiche e le doti caratteriali che oggi determinano il successo della "perla nera della Russia". Ma il ritmo di diffusione della razza aumentò significativamente quando questo cane venne capito per le caratteristiche attitudinali per le quali era stato selezionato, di cane da guardia e da difesa. A ciò contribuì in maniera determinante il cambio di nomenclatura effettuato dall, F.C.I. a far data dal 1° gennaio 1995, con il suo inserimento fra le razze del 2° gruppo. Contemporaneamente in Itali la S.I.T. (Società Italiana Terrier), che aveva in maniera efficace accompagnato i primi passi della razza nel nostro Paese, rinunciava alla tutela del Terrier Nero Russo e veniva così costituito, su iniziativa di allevatori ed appassionati della razza, il Club Italiano Tchiorny Terrier. Nel luglio del 1998 il Club veniva ufficialmente ammesso nel novero dei Soci collettivi dell' E.N.C.I.

 

Homepage gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!